Le prime console

Gli home computer sono entrati nelle nostre case travestiti da videogiochi.
 
Alla fine degli anni ’80 nacquero i primi prodotti che, collegati al televisore, lo trasformavano in una console. Il primo videogioco in assoluto √® stato PONG: due barrette ed una pallina che si muovevano sullo schermo comandate dai joystick.
 
Il fascino di questi giochi era abbastanza limitato: grafica spartana con suono praticamente inesistente. Ma si era solo agli inizi e, tramite queste console, si poteva intuire che il televisore poteva essere usato per qualcos’altro oltre che visualizzare i programmi televisivi.
 
Le prime console commercialmente disponibili consentivano di fare veramente pochi giochi: oltre a pong di solito c’era il tennis, la battaglia tra carri armati e via dicendo. Il tutto naturalmente definito a quadrettoni e
 
Il primo videogioco che apre questa esposizione serviva per giocare a scacchi, naturalmente tramite una vera scacchiera. Il display mostrava semplicemente la mossa da effettuare! A seguire sono esposte le prime console i cui giochi erano integrati direttamente all’interno: tramite comandi si poteva scegliere quale gioco utilizzare ma non era possibile inserirne di nuovi. Successivamente sono arrivati i videogiochi a cartuccia e con essi incominci√≤ veramente a decollare il settore dell’intrattenimento domestico.
 

In esposizione

Compuchess (con scacchiera esterna) – 1976
Soundic Victory (con due joystick e cartridge pinball MG-205) – 1978
Phonola teleflipper – 1978
Interton Electronic VC 4000 – 1978
Home Video Game CGME (con giochi su cartuccia) – 1978
Soundic – 1978

 

 

Percorso mostra