Home sezioni Login
Username:
Password:

sapevate che... ArcheoComputer
ArcheoComputer
RetroNews
   Add to Google

Notizie ed informazioni dal mondo del retrocomputing.
A pubblicazione rigorosamente aperiodica, selezionate senza nessun criterio se non l'aver in qualche modo incuriosito chi le inserisce.


Leggi le retronews dell'anno: 2010 - 2009 - 2008 - 2007 - 2006 - 2005
 
10-12-2007
Lunedì 10 Dicembre, presso il Computer History Museum di Mountain View (California), si celebreranno i 25 anni del Commodore 64.
Verrà organizzata una serata dove gli ospiti saranno (tra gli altri) William C. Lowe, Jack Tramiel e Steve Wozniak. Inutile nascondere la voglia di partecipare, purtroppo la California è un pochino lontano, almeno dall'Italia...
Nel nostro piccolo non possiamo che ricordarvi quanto il Commodore 64 sia stato importante: è stato il primo computer di moltissimi ed ancora oggi viene ricordato con tantissima nostalgia ed affetto.
Curiosamente la notizia è stata ripresa anche dai più importanti giornali italiani (ad es. La Repubblica ed il Corriere) che gli hanno dedicato ampio spazio: lo stesso non è accaduto ad esempio per lo Spectrum Sinclair (e qui i Commodoriani più incalliti non sapranno reprimere gli sberleffi! -) che ne è stato il principale antagonista.
Evidentemente le notizie d'agenzia d'oltre oceano sono più appetibili di quelle europee...


I vostri commenti! Leggili (1) o lasciane uno.
 
01-10-2007
Si terrà Domenica 28 Ottobre la prima manifestazione di retrocomputing organizzata a Brusaporto, in provincia di Bergamo.
"Esposizione libera di computers, calcolatori e console di altri tempi, che ripercorre la storia dell'informatizzazione, dalla preistoria ai giorni nostri. Una giornata assieme per vedere, toccare con mano, ascoltare, raccontare ma sopratutto divertirsi."

Organizzatore della manifestazione è Giuseppe Frigerio a cui vanno naturalmente i nostri auguri per la riuscita di questa prima edizione.
Sul sito, all'indirizzo http://www.brusaporto.retrocomputing.net, troverete poi tutti i dettagli su come arrivare, dove soggiornare e naturalmente la lista del materiale che potrete ammirare.

Se gli impegni me lo consentiranno parteciperò anche io, quindi ci vediamo li!
I vostri commenti! Leggili (0) o lasciane uno.
 
29-09-2007
Dopo lo straordinario successo dello scorso anno (oltre 500 visitatori in due soli giorni), All About Apple replica la sua trasferta in Versilia, raggiungendo la prestigiosa sede di Forte dei Marmi per esporre ancora una volta i principali pezzi del patrimonio storico Apple, ma quest'anno con una particolare novità:

Con il patrocinio del Comune di Forte dei Marmi, in collaborazione con Lilio Tarabella, Sigfrido Cellerai, con Applicando come 'media partner' e con il supporto tecnico di Data Port , All About Apple è lieta di presentare, anche in questa sede, la meraviglia tecnologica dell'iPhone, che sarà messo a disposizione dei visitatori che vorranno conoscerlo, vederlo da vicino, scoprirne i segreti in attesa della commercializzazione nel nostro Paese.

Se volete avere un'idea di cosa vi aspetta, date un'occhiata alla precedente edizione del 2006, e ricordate: in autunno, a Forte, è ancora stagione di sole e di mare!

Vi aspettiamo tutti a FORTE DEI MARMI
presso il bellissimo Fortino di Piazza Garibaldi

- ingresso libero -

sabato: 11 - 13 / 15:30 - 22:30
domenica: 10:30 - 13 / 15:30 - 20:30

Per maggiori informazioni: www.allaboutapple.com/speciali/forte_dei_marmi_2007.htm
I vostri commenti! Leggili (0) o lasciane uno.
 
12-07-2007
Il Museo Apple più fornito del mondo, non contento del successo ottenuto con lo scorso open day dei primi cinque anni di attività, su iniziativa di uno dei suoi più grandi donatori e sostenitori, Walter Franceschi, e con l'appoggio del Comune di Hône, in valle d'Aosta, organizza la sua più colossale trasferta:

Un intero mese, oltre settanta tra i più pregiati pezzi da collezione del museo conosceranno l'ebbrezza del viaggio e raggiungeranno la Valle d'Aosta, in particolare il comune di Hône, dove verranno collocati in un'esposizione appositamente preparata per ripercorrere le tappe principali della storia della Apple, dai lontani anni '70 fino alle più recenti macchine attualmente in produzione (su concessione di Apple Italia).

Cosa aspettate dunque?

Se la Liguria vi sembrava troppo lontana, questa tournèe
può essere l'occasione che aspettavate per toccare con mano
un pezzo della storia dell'informatica, del design, dello stile, per vedere chi ha portato tante innovazioni a partire dalle sue radici fino ai giorni nostri, e chissà che non abbiate anche la fortuna di vedere in anteprima...
I vostri commenti! Leggili (0) o lasciane uno.
 
31-05-2007

“Varese Retrocomputing 2007”
Quinta edizione
1 Luglio - Dalle 10:00 alle 18:00
Via Lungo Lago Isella 4 - 21039 Valganna (VA)


Due aziende, negli anni ’80, sono state assolute protagoniste dell’informatizzazione di massa: Sinclair e Commodore. Entrambe oggi praticamente non esistono più ma la loro storia è stata costellata da una continua alternanza tra prodotti geniali e assoluti flop. Varese Retrocomputing 2007 vuole rendere omaggio a queste due aziende esponendo, in parallelo, praticamente tutti i principali prodotti commercializzati.
A partire dalle prime calcolatrici fino agli ultimi computer sarà possibile ripercorrere la storia e la rivalità tecnologica che ha visto due filosofie diametralmente opposte contendersi il primato del computer più venduto al mondo.
Sinclair e Commodore non sono infatti solo Spectrum e C64 ma anche radio, amplificatori, strumenti di misura, calcolatrici, televisori, computer portabili, console da gioco, tricicli elettrici!
L’esposizione permetterà di fare un salto indietro nel tempo con tutti i computer presenti accesi, funzionanti e disponibili per essere usati nuovamente. A corredo potrete trovare riviste, libri, giochi, periferiche e tutto quello che in quel periodo era in uso. Visite guidate, organizzate ad intervalli periodici, vi permetteranno di rivivere, con ancora più passione, quello che in quel periodo accadeva.

Varese Retrocomputing 2007 si terrà nella splendida cornice del lago di Ghirla. Situato a pochi minuti da Varese ci permetterà di accontentare anche le mogli (o i mariti!) degli appassionati che potranno passare una piacevole giornata in riva al lago o passeggiando nei dintorni. Abbiamo pensato anche ai più piccoli che potranno distrarsi in una area verde attrezzata con giochi.

Ulteriori informazioni, il programma ufficiale e le modalità per partecipare sono disponibili sul sito internet http://www.vareseretrocomputing.it
I vostri commenti! Leggili (0) o lasciane uno.
 
30-05-2007
Discovery Channel trasmetterà, a partire da domenica 10 giugno alle ore 22:00 una serie di cinque documentari dedicati alla storia dei videogame.
La serie sembra indubbiamente molto interessante, speriamo che questa volta riescano a trasmetterla senza problemi tecnici di varia natura: era infatti inizialmente programmata a Marzo.
Queste sono le descrizioni delle varie puntate:

STORIA DEI VIDEOGAME – DESCRIZIONE DEGLI EPISODI

1. Domenica 10 giugno ore 22.00 The Thumb - It Started with a Twitch
I videogiochi non sono nati con un “big bang”, bensì con un “piccolo ping”. Al contrario di altre forme di intrattenimento, i videogiochi hanno trasformato lo spettatore passivo in un giocatore attivo in grado di cambiare la propria vita all’interno del gioco. All’inizio, l’interfaccia tra il giocatore e il gioco era molto semplice e consisteva in genere di un joystick, ma questo non impedì a Pong, Pac Man e Space Invaders di diventare dei successi planetari. Ma perchè il fenomeno dei videogiochi è esploso nella cultura degli anni 70? In un primo momento, i videogiochi – e i loro creatori – furono sottovalutati, proprio come il Rock & Roll. Ma quelli che lavoravano nel settore capirono subito che i videogiochi avrebbero presto conquistato tutto il mondo dell’intrattenimento.

2. Domenica 17 giugno ore 22.00 The Face - The Rise of Mario
Alla fine degli anni ‘70 e inizio anni ‘80, invece di controllare "oggetti" come le navicelle spaziali e le racchette da tennis, la tecnologia dei videogiochi consentì ai giocatori di comandare personaggi riconoscibili con volti e storie verosimili. Questi effetti erano associati al percorso degli eroi (Rocky, Guerre Stellari) della cultura popolare di quel tempo e rifletteva l’ascesa dell’individualismo e di una meritocrazia conservativa, in cui il singolo poteva fare la differenza. Gli autori dei giochi incominciarono a creare videogame sempre più complessi con viaggi eroici e i creatori giapponesi come Shigeru Miyamoto salirono alla ribalta con i personaggi che sono diventati delle vere e proprie star come Super Mario, Luigi e Zelda. Man mano che i giocatori si affezionavano a questi “eroi” da videogiochi, la Nintendo incominciava a perdere terreno. Con il Sega Genesis (o Sega Mega Drive) e la PlayStation della Sony, i giocatori abbandonarono le semplici animazioni da cartone animato che popolavano un mondo dorato per eroi ben più duri e violenti.

3. Domenica 24 giugno ore 22.00 The Legs - The World is Yours
La terza dimensione era un concetto sconosciuto ai primi creatori di videogiochi, ma con i giochi come Return to Castle Wolfenstein e DOOM, i videogiochi si evolvettero abbandonando il mondo primitivo in 2D per trasferirsi negli universi dettagliati in 3D. Gli effetti visivi di questa nuova generazione di giochi erano stupefacenti, ma cosa più importante, l’innovazione del 3D portò l’industria verso nuove frontiere più eccitanti e allo stesso tempo più inquietanti. Adesso i progettisti avevano la tecnologia per creare giochi che potevano simulare in modo preciso il mondo reale, fino a rappresentare eventi scioccanti come l’assassinio di John F. Kennedy. I critici si chiesero se questi giochi stessero diventando troppo reali, troppo violenti e se stessero creando una specie di assuefazione nei giocatori. Per la prima volta, i creatori di giochi si trovarono alle prese con domande di difficile risposta: quanto tempo sarebbe trascorso prima che il gioco diventasse realtà? E quando ciò sarebbe successo, quali obblighi ha il creatore del gioco per assicurare che il suo mondo “virtuale” rifletta le norme e le regole sociali del mondo in cui viviamo?

4. Domenica 1 luglio ore 22.00 The Mind - Power to the Players
Sin dall’invenzione dei computer, l’uomo ha sempre temuto la “macchina” e la sua abilità di pensare. Ma l’unico potere computazionale di un computer ha anche portato allo sviluppo di giochi imprevedibili, intelligenti e malleabili. I cosiddetti "god games" come SimCity e Civilization simulano interi mondi e consentono al giocatore di sperimentare causa e effetto. Altri sviluppatori hanno usato l’intelligenza artificiale per creare personaggi e mondi verosimili che si adattano a ciascun giocatore. E alcuni giochi sono così tecnologicamente avanzati da diventare veri strumenti di apprendimento, o meglio ancora, di espressione creativa. La linea che separa il produttore e il consumatore si è sempre più assottigliata, dimostrando ancora una volta perché i giochi sono destinati a diventare la forma di intrattenimento dominante.

5. Domenica 15 aprile ore 22.00 The Heart - Can a Game Make You Cry?
Può un computer farvi piangere? È solo con l’introduzione del processore “Emotion Engine” (letteralmente “motore dei sentimenti”) della PlayStation 2 nel 1999 che gli autori dei giochi hanno acquisito la tecnologia per sviluppare storie complesse e toccanti, in grado di colpire dritti al cuore. Con l’avvento dei giochi virtuali online si è aggiunto al gioco una nuova dimensione emotiva, consentendo ai giocatori di creare dei legami reali (compreso il matrimonio) attraverso un gioco virtuale che li aiuta a fuggire da un mondo dominato da violenza e terrore. Cosa possono dirci questi giochi di mondi virtuali sulla nostra vita nel XXI secolo? Inoltre, la possibilità di creare storie complesse ha consentito a registi famosi come Steven Spielberg e Peter Jackson di cimentarsi nel mondo dei videogiochi. Era scritto da tempo: i videogiochi erano sul punto di diventare la forma di intrattenimento dominante.
I vostri commenti! Leggili (0) o lasciane uno.
 
22-05-2007
"Jurassic News è una fanzine dedicata al retro-computing
nella più ampia eccezione del termine. Gli articoli trattano in generale dell’informatica a partire dai primi anni ‘80 e si spingono fino ...all’altro ieri.
La pubblicazione ha carattere puramente amatoriale e didattico,
tutte le informazioni sono tratte da materiale originale dell’epoca o raccolte (e attentamente vagliate) da Internet."

Non avrei mai immaginato che potesse nascere, in Italia, una fanzine dedicata al Retrocomputing. Ma soprattutto non avrei mai pensato che, a due anni dal primo numero, Tullio Nicolussi e redazione continuassero a migliorarsi di numero in numero senza abbandonare questo impegnativo progetto.

JurassicNews è una fanzine interessante e realizzata con impegno. Ci sono recensioni di computer, corsi di programmazione, approfondimenti vari. Il progetto ha un taglio amatoriale ma la si legge con piacere e gli spunti interessanti non mancano.
Da Settembre la pubblicazione sarà mensile, un'ulteriore motivo per scaricarla e leggerla!

Per farlo non dovete far altro che collegarvi al sito:
http://www.jurassicnews.com
Buona lettura!
I vostri commenti! Leggili (0) o lasciane uno.
 


Leggi le retronews dell'anno: 2010 - 2009 - 2008 - 2007 - 2006 - 2005

 

Vuoi poter inserire anche tu delle news? Scrivimi per essere registrato!

 

 
 
news
speciali Un oggetto a caso