Home sezioni Login
Username:
Password:

sapevate che... ArcheoComputer
ArcheoComputer

Computer


Commodore CBM 4008


Commodore CBM 4008

Caratteristiche Tecniche

Modello CBM 4008 Anno 1980
CPU 6502 a 1.0 MHz Sistema operativo Commodore Basic 4.0
RAM 16.0 kb ROM 20.0 kb
Testo 40 colonne x 25 righe, espandibile fino a 80 colonne Grafica N/A
Suono 1 canale Imballo Originale No
Memoria di massa Registratore Hard Disk N/A

Contenuti

Periferiche N/A Software N/A
Brochure N/A Riviste 33
Libri 1 Video N/A

Foto


Commodore CBM 4008
Foto Titolo
Commodore CBM 4008
Foto Titolo
Commodore CBM 4008
Foto Titolo
Commodore CBM 4008
Foto Titolo

Recensione


Nei negozi di informatica che frequentavo ai tempi dello Spectrum i PET erano presenze costanti. Con la loro originalissima forma non potevano che essere dei protagonisti. A quei tempi erano pero' assolutamente intoccabili: non erano destinati ai ragazzi, ma erano dei veri e propri strumenti professionali!
Inutile ricordare come l'informatica in pochi anni ha trasformato questi computer in pezzi da museo, obsoleti in pochissimo tempo. Certo che la forma di questo computer e' qualcosa di veramente fenomenale...
 
La cosa che mi ha impressionato di piu' a parte l'aspetto e' stato pero' aprirlo: si apre come il cofano di una automobile con tanto di apposito sostegno per tenerlo aperto!
Notevole anche l'interno costituito da una sola scheda, piena zeppa di integrati e dell'alimentatore. Tutta la circuiteria del monitor e' invece montata direttamente dentro il monitor stesso.
 
Questo computer e' uno dei piu' vecchi della mia collezione, 1980, a quell'epoca avevo solo 11 anni! Accenderlo e vederlo ancora perfettamente in funzione e' stata un'emozione veramente incredibile. Peccato non avere ne manuali ne l'unita' disco per poterlo usare veramente.


I vostri commenti   (Clicca qui per lasciarne uno)


  Caro il mio 4032
Scritto da Ernesto dalla citta' di SERRACAPRIOLA (Fg) il 04-04-2007

Ho ancora nello studio il mio vecchio e caro CBM 4032 comperato a caro prezzo (oltre 7.000.000 £) e per motivi professionali nel marzo del 1981, completo di doppio lettore di floppy disk da 5" e 1/4 e di stampante ad aghi (sempre Commodore, mod.4022P) e dei relativi programmi su floppy ancora perfettamente funzionanti. Ogni tanto lo accendo e vedere i fosfori verdi dello schermo che si illuminano dà sempre emozione. La stampante poi (il primo programma di scrittura si chiamava "Olivetti" e gestiva una riga di testo per volta) aveva i suoi tempi e sembrava ci pensasse un pò prima di stampare la riga successiva. Ho anche tutti i manuali ed anche una serie di programmi rigorosamente in basic interpretato. Quanto lavoro abbiamo dovuto fare noi autodidatti per capire come funzionava il tutto! Mi fanno una rabbia questi ragazzini che ora sanno fare tante cose più di noi. ma un pò come scimmiette, senza rendersi conto di quello che fanno!


 

 

 
 
news
speciali Un oggetto a caso